7 consigli per organizzare la tua vacanza in Spagna low cost

La Spagna è uno dei Paesi più amati dai turisti perché raccoglie al suo interno una cultura millenaria, paesaggi molto diversi fra loro, città storiche, buon cibo e vita movimentata.

Chi non vorrebbe visitare la Spagna? Tuttavia viaggiare costa, si sa. Ecco perché è importante scoprire qualche segreto per riuscire ad organizzare la tua vacanza in Spagna low cost.

Non ci credi? Basta solo qualche accorgimento per trasformare una costosa incursione turistica nel Paese in una vacanza low cost, come dei veri local.

1. Scegli il periodo migliore per viaggiare in Spagna

Nonostante possa sembrare azzardato viaggiare nei mesi di alta stagione, è possibile organizzare le proprie vacanze in Spagna low cost ad agosto.

Come mai? Perché si tratta del mese più caldo, e molti spagnoli scelgono questo periodo proprio per uscire dalle città e andare in viaggio a loro volta. Questo rende le città spagnole come Madrid o Barcellona più economiche rispetto ad altri periodi dell’anno.

Se hai disponibilità a viaggiare nei centri storici in altri periodi dell’anno, i prezzi si abbassano nei mesi invernali come novembre o febbraio.

Invece, se vuoi organizzare le tue vacanze al mare in Spagna low cost, devi dirigerti verso la mezza stagione, quindi primavera o autunno. In questi periodi il clima è già favorevole ma il turismo è ancora contenuto, così come i prezzi.

cala tamarells minorca

2. Individua le destinazioni più economiche

Ami il mare? La Costa Brava rappresenta una delle mete più ambite. Tuttavia, invece di recarti nella meta più famosa di Lloret de Mar, ti consigliamo zone più tranquille e immerse nella natura come la zona delle Isole Medes, dove puoi sbizzarrirti in attività subacquee o di snorkeling.

Se invece cerchi le spiagge bianche e un paesaggio quasi brasiliano, ti consigliamo la località di Benidorm, non lontano da Alicante.

Per quanto riguarda le città, oltre alle più famose Madrid e Barcellona, può considerare anche centri minori come Siviglia, Cordoba e Granada nel sud, Valencia, oppure il pittoresco centro di Bilbao a nord.

Se sei alla ricerca di qualcosa di più di una semplice vacanza, puoi spingerti fino a Santiago de Compostela, meta rinomata del turismo religioso a livello internazionale.

Invece, se ami la natura e cerchi una vacanza green, ti consigliamo i percorsi per le bici nella zona di Viladrau, gli itinerari escursionistici nel Pla de la Calma o le vie ferrate di Vallcebre, tutto in Catalogna.

3. Confronta i prezzi degli hotel

Seguendo lo stesso principio che ti permette di prenotare un volo low cost, puoi confrontare i motori di ricerca per trovare delle offerte interessanti anche per quanto riguarda gli alloggi.

Durante questa ricerca, un aiuto valido sono le recensioni online delle piattaforme e degli stessi hotel, che ti permettono di capire se la qualità del servizio è adeguata e se la struttura che hai identificato fa al caso tuo.

Se non stai cercando comfort particolari, ti consigliamo di prendere in considerazione anche gli appartamenti. Oltre a prevedere un prezzo più basso rispetto agli hotel, ti consentono di cucinare risparmiando il budget che hai a disposizione.

4. Prenota il tuo volo in anticipo

Se vuoi organizzare la tua vacanza in Spagna spendendo poco, un elemento che devi tenere costantemente monitorato è quello del volo.

Per cercare il giorno migliore o la compagnia che offre la tratta più economica, puoi utilizzare dei motori di ricerca come Skyscanner.

Se il tuo itinerario prevede più tappe, ti consigliamo di scegliere due aeroporti diversi per la partenza e per l’arrivo, nonché di provare ad invertire l’ordine per capire quale sia la soluzione più economica.

Generalmente, se scegli voli in tarda serata o di prima mattina i prezzi si rivelano più bassi rispetto ad orari più centrali.

5. Scegli mezzi di trasporto low cost

Devi muoverti all’interno del Paese? Invece di scegliere altri aerei o di viaggiare con costosissimi taxi, prendi in considerazione i treni o gli autobus.

Per muoverti all’interno delle grandi città, invece, puoi optare per il bike sharing. Esistono diverse aziende che danno la possibilità di noleggiare le biciclette per pochi euro al giorno o con abbonamenti più lunghi. In questo modo puoi scoprire la città più lentamente, contribuire al benessere ambientale e risparmiare sul tuo budget.

6. Visita i luoghi più local

Organizzare una vacanza in Spagna spendendo poco significa fare anche attenzione ai luoghi di interesse che visiti. Alcuni, come la Sagrada Familia, sono dei must imperdibili. Tuttavia, sugli altri, puoi seguire qualche accortezza per trascorrere delle vere vacanze low cost in Spagna.

Per quanto riguarda i musei, a meno che tu non sia un vero appassionato, i pass cumulativi possono rivelarsi molto costosi. Meglio optare per i musei a cui sei veramente interessato e informarti se esistono delle giornate dove l’ingresso è gratuito come, ad esempio, la domenica pomeriggio.

Invece, se vuoi vivere proprio come un vero local, puoi lasciar perdere i luoghi più inflazionati e prenderti del tempo con calma per visitare le vie della città entrando nelle botteghe, nei piccoli bar in cui bere il Vermut oppure per trascorrere qualche ora in un parco.

7. Anche il cibo può essere low cost

Spostandoti dai ristoranti delle vie più centrali delle città, la Spagna consente di mangiare anche con meno di 10 o 15 euro.

Molti bar, ad orario aperitivo, offrono le famose Tapas. Quando lo leggerai sulle insegne all’esterno dei locali non devi pensare che si tratti solo di uno spuntino. Vengono fornite insieme ad un drink e puoi addirittura cenare con queste piccole prelibatezze.

Ricorda che, quando si tratta di ristoranti, spesso basta spostarsi di una via rispetto a quella centrale per trovare dei prezzi dimezzati e delle pietanze tipiche di qualità superiore.

Per abbattere ancora di più i costi, se hai deciso di alloggiare in un appartamento, puoi andare in un supermercato e cucinare qualcosa in autonomia.

Con questi consigli, organizzare la tua vacanza in Spagna low cost sarà una passeggiata!