Come visitare Barcellona in 3 giorni

Barcellona è una delle città più belle e visitate della Spagna e del mondo. La sua atmosfera magica ai limiti della realtà riesce a catturare l’interesse di milioni di turisti ogni anno che hanno voglia di divertirsi e di scoprire tutti i segreti di questa città. Barcellona è una città ricca di storia e di arte, dove è possibile godere del clima mite per visitare alcuni tra i più grandi capolavori architettonici e culturali. Ma quanto tempo serve se ci sono così tante cose? Come visitare Barcellona se si hanno a disposizione solo tre giorni? Non disperate! C’è una soluzione a tutto! Vediamo come fare. Innanzi tutto se si hanno pochi giorni a disposizione conviene raggiungere Barcellona prenotando online un traghetto (vedi ufficiotraghetti.it) ed approfittare delle tratte notturne oppure in aereo.

Giorno 1

La prima giornata inizia nel quartiere più antico della città con un affascinante tour a piedi per ammirare lo stile gotico che caratterizza la città. Qui, potrete ammirare le Ramblas, i caratteristici viali dove ai lati potrete trovare bar, ristoranti, pub e ogni tipo di negozio per curiosare nelle specialità tipiche di questa antica città. Le Ramblas sono animate da mimi travestiti da personaggi famosi con cui potrete scattare una foto ricordo. Questa è sicuramente una delle parti più belle della città. Dopo il tour, è possibile continuare a scoprire e ad ammirare i gioielli architettonici della città, dal Passeig de Gràcia alla Casa Batlló e a La Pedrera. Se si desidera, è possibile mangiare qualcosa assaggiando le famose Tapas, che potete trovare in uno dei numerosi bar della zona. Quindi, dirigetevi verso lo stadio di Barcellona, una delle attrazioni turistiche più famose della città. Perché poi non saltare a bordo del Blue Team o della tramvia per fare un giro fino Tibidabo? È anche possibile fermarsi al Cosmocaixa per vedere lo spettacolare Museu de la Ciència. Dalla cima del Tibidabo si può godere di alcuni dei panorami più mozzafiato di Barcellona. Oltretutto, è anche un posto romantico per cenare affacciati sulla città.

Giorno 2

Se avete fatto la Barcellona Card, potete prendere la funicolare per esplorare le altre colline vicino a Barcellona, come Montjuïc. Qui si può visitare la Fundació Miró, l’Anello Olimpico, il Poble Espanyol, un luogo pieno di fascino e l’imponente Museu Nacional d’Art de Catalunya. Il pranzo fornisce la scusa perfetta per andare verso il mare alla Barceloneta e, dopo aver goduto di un delizioso piatto di riso o di frutti di mare, prendete l’ascensore per arrivare in cima al monumento dedicato a Colombo, il Mirador de Colom (gratuito con la Barcellona card), per godere di una magnifica vista su Barcellona e sulla sua famosa Rambla. Alla base del monumento, è possibile noleggiare una bicicletta e fare un giro lungo il mare al Villaggio Olimpico, dove le delizie culinarie e la brezza del mare vi tenteranno a tal punto da rimanere qui anche per la cena.

Giorno 3

Per iniziare bene la giornata, potreste fare il Barcellona Walking Tour Gourmet, una visita guidata di alcuni dei empori alimentari della Ciutat Vella, con degustazioni incluse. Sfruttate al massimo il vostro tempo nel centro di Barcellona dedicando il resto della mattinata allo shopping. Quando è ora di pranzo, troverete qualcosa per tutti i gusti in questa parte della città. Da qui, c’è solo un breve tragitto in metropolitana per arrivare alla Sagrada Familia, dove si può ammirare il capolavoro di Gaudí. Poi, potete continuare con la metropolitana o l’autobus per arrivare al Parco Güell, dove sarete in grado di passare un pomeriggio idilliaco passeggiando per questo luogo magico progettato da Gaudí. Dal parco, si può camminare verso il quartiere di Gracia, con i suoi vicoli, piazze e negozi che saranno la perfetta conclusione della vostra visita ricca di attività a Barcellona.