Vacanze a Minorca

Minorca, un isola da sogno da visitare tutto l’anno. Nel 1993 Minorca è stata dichiarata Riserva della Biosfera dall’Unesco. Un riconoscimento all’armonia nella quale i minorchini e la natura hanno sempre convissuto.

Minorca è un’isola grandiosa, non per l’estensione, ma per la gran diversità del paesaggio mediterraneo, all’interno del quale convivono specie esclusive dell’isola (piante e animali endemici).

Il paesaggio rurale è fatto a misura d’uomo, e ha mantenuto tutta la purezza dell’ambiente naturale in cui i minorchini hanno saputo adattarsi in modo armonico. Questo compromesso ha reso possibile che i suoi abitanti non solo si prendano cura dell’ambiente, ma ne abbiano aumentato la bellezza con le costruzioni tradizionali che si integrano nel paesaggio che le circonda. In questa maniera si è mantenuto durante secoli, un livello di bellezza allo stato puro: un paesaggio senza coloranti né conservanti. Un’autentica riserva di bellezza dove possiamo lasciarci trasportare dalle incredibili sensazioni che suscitano il Parco Naturale “de la Albufera” (un paradiso per gli uccelli migratori, i pesci e i rettili), cinque riserve naturali, una riserva marina e diciannove zone ANEI (Aree Naturali di Speciale Interesse).

A Minorca tutto si svolge in modo naturale, a un ritmo tranquillo che ha contagiato gli abitanti dell’isola, che sono a contatto continuo con tanta bellezza. Un paesaggio sorprendente che rimane impresso nella retina del visitatore con continue sorprese visive inaspettate. Quando non si è assimilata ancora la bellezza dell’ultima spiaggia visitata, ne appare subito un’altra che ci ricorda che sull’isola esiste un’interminabile serie di spiagge. Ci sono spiagge per tutti i gusti, alcune lunghe e dalla sabbia soffice, altre insospettabili in calette nascoste, dove potremo fare il bagno in un’acqua cristallina. Le spiagge della costa sud hanno una sabbia bianca e sono circondate da verdi pinete, con acque di un abbagliante tono turchese in gran parte delle zone. La costa nord è più selvaggia per l’erosione delle rocce provocata dal vento di tramontana, per cui il paesaggio delle spiagge e delle cale vergini è idilliaco, quasi un capriccio della natura.

La posidonia, pianta marina endemica del Mediterraneo, è presente ovunque lungo la costa minorchina ed è il segno tangibile della pulizia e dell’assenza di inquinamento delle spiagge dell’isola. I fondali marini dove cresce, hanno una gran ricchezza ambientale per la varietà di specie marine e per la composizione minerale, con una gamma di colori difficile da dimenticare. La massima espressione di tanta ricchezza marina si concentra nella Riserva Marina della zona nord, nelle cui spettacolari profondità troveremo uno spazio naturale unico.

Minorca non è solo spiaggia, ma offre anche una gran diversità d’ambienti. Di fatto nell’isola sono presenti quasi tutti gli habitat propri del Mediterraneo. Un tesoro naturale è rappresentato dalle gole, che nascono nel centro dell’isola e seguono un percorso sinuoso in direzione della costa sud. Questi burroni sono un autentico spettacolo naturale, con oltre 220 specie di flora che crescono tra i resti di cave di marés e tra costruzioni appartenenti alla cultura talaiotica. Sono oltremodo interessanti le specie marine presenti in oltre dieci grotte sottomarine, e che non si trovano da nessun’altra parte. Accanto a queste caverne marine, Minorca possiede oltre cinquanta grotte terrestri da esplorare.

Stagni, maremme e lagune sono presenti un po’ su tutta l’isola. Tra le zone umide del litorale, spiccano il Parco Naturale de la Albufera di Es Grau (un autentico gioiello della natura dove vivono oltre 8000 esemplari di circa 100 specie differenti), Addaia, Son Saura e Son Bou. A queste zone umide, si aggiungono altri 8 sistemi dunari, sette sulla costa nord: la laguna marina di Es Grau, Son Saura, Tirant, Cavalleria, Pregonda, cala Pilar e La Vall, e uno sulla costa sud: Son Bou.

L’alto stato di conservazione della costa permette di osservare l’ambiente naturale allo stato puro. Le particolari caratteristiche di questi luoghi hanno reso possibile la proliferazione di specie endemiche. Anche il paesaggio all’interno dell’isola non è meno straordinario per i colori della sua vegetazione. Si possono ammirare perfino lungo il ciglio della strada il colore dei cardi, le orchidee e i crisantemi che formano un contrasto con il bianco e nero delle mucche, creando una gamma di colori di incomparabile bellezza.

Per appartamenti in affitto a Minorca:

www.playasdefornells.com

Per conoscere meglio l’isola:

www.isoladiminorca.com/