Il Barrio Gotico di Barcellona

Il Barrio Gotico di Barcellona è uno dei quartieri più suggestivi della capitale catalana.

Il rione è ricco di monumenti e costruzioni che testimoniano il suo glorioso passato. Qui sorgeva l’antica Barcino, una città romana eretta ai tempi delle Guerra Puniche, quando la penisola iberica era il terreno di battaglia tra i due imperi che lottavano per la supremazia nel Mediterraneo: Roma e Cartagine. Ancora oggi è possibile ammirare ciò che resta di quell’epoca lontana, la necropoli di Plaça Vila de Madrid e le colonne dell’antico tempio di Cesare Augusto testimoniano la presenza romana in città. La storia del quartiere non è legata solamente al mondo classico ma anche a quello medievale. Le labirintiche stradine del Barri Gòtic sono uno splendido esempio di architettura medievale perfettamente conservata. I caratteristici vicoli che oggi ospitano boutique e ristoranti erano un tempo percorsi da inquisitori e (presunti) peccatori che scontavano le loro pene in un palazzo dell’odierna Plaça del Rei.

Se come noi siete degli appassionati della storia e avete in programma di visitare la capitale catalana, scegliete uno dei tanti appartamenti a Barcellona nel Barrio Gótico. Non capita tutti i giorni di passeggiare tra i vicoli e piazze che affondano le loro radici in un passato affascinante anche se spesso crudele. Per non arrivare impreparati, ecco una breve lista con i nostri consigli per godere appieno del quartiere più antico della città!

Architettura e monumenti

La maniera migliore per scoprire il quartiere è quella di perdersi tra le sue strade ma un’opera da non perdere è la Cattedrale di Barcellona nota anche come La Seu dal nome della patrona Santa Eulalia. Questa imponente chiesa si trova nell’omonima piazza ubicata nella parte settentrionale del Barri Gòtic. Il Duomo, che era originariamente una basilica paleocristiana, è uno splendido esempio di Gotico Catalano che si differenzia dal gotico tradizionale per la semplicità delle decorazioni e per l’altezza contenuta delle navate. Questo stile architettonico fiorì tra il XIII e il XV secolo in concomitanza con l’epoca d’oro del Regno d’Aragona (che comprendeva anche l’attuale Catalogna), una vera e propria potenza nel bacino del Mediterraneo. Come ogni cattedrale gotica che si rispetti, anche La Seu è adornata con gargoyles, le famose sculture che rappresentano animali fantastici o grotteschi ubicati sulle grondaie dei luoghi di culto. Per ammirare il ponte sospeso e le sculture della basilica in tutte le angolazioni consigliamo di passeggiare lungo Carrer del Bisbe.

Plaça Reial – Un’elegante piazza neoclassica dove toccare con mano le prime opere di Gaudí: i fanals, i lampioni modernisti che illuminano questo suggestivo angolo della città.

El Call Il quartiere ebraico di Barcellona sede della Sinagoga Major, probabilmente una delle più antiche in Europa. Si ritiene che la sua costruzione risalga al III secolo d.C.

Plaça de Sant Jaume – i  Castellers, vere e proprie torri umane che si ergono proprio in questa piazza nelle feste più importanti della città!

Il paradiso dello shopping

Il Barri Gòtic ospita i negozi della marche più famose – come Mango e Zara in Portal de l’Angel – così come le piccole boutique tradizionali di Carrer d’Avinyó. In questo quartiere tutti possono trovare il capo d’abbigliamento che più si adatta al loro stile. Ricrordate le Espadrillas? Per tornare a casa con un modello unico, fate un salto a La Manual Alpargatera in Carrer d’Avinyo 7, una bottega attiva fin dagli anni 40. Questo negozio annovera tra i suoi clienti Jack Nicholson, Penélope Cruz, Michael Douglas e, quando era in vita, perfino Papa Giovanni Paolo II.