Vivere in Spagna da soli

Mi sono spesso chiesta in questi ultimi tempi perché tanti pensionati “single” scelgano di cambiare nazione a prescindere dalle motivazioni di carattere economico.Un cambiamento così radicale è prerogativa delle giovani generazioni non di pensionati di età più che maggiore.

La mia lunga esperienza mi suggerisce che alla base di tale scelta ci sia il desiderio di “sperimentare” una nuova vita lontana dai soliti schemi e dalla solita routine, senza paure, in un paese che offra la certezza di una vita serena e di un nuovo senso di libertà, coccolati da connazionali che hanno già “sperimentato” la vacanza permanente.

Il desiderio di una nuova vita scaturisce dal fatto che la nostra Patria non solo offre ben poco a chi ha lavorato 35/40 anni, anzi: amplifica i problemi, basti pensare a quei pensionati che non riescono a mettere insieme pranzo e cena.

Ovviamente lo stacco non è facile perché è necessario essere preparati mentalmente: ma che cosa occorre? Lo spiego in poche parole:

1. Avere una mente libera,aperta

2. Lasciare il bagaglio dei ricordi

3. Non pensare di trovare ciò che abbiamo a casa: una nazione diversa offre cose diverse

4. Affrontare il rinnovamento

5. Desiderare di imparare cose nuove

6. Essere sereni e tranquilli

7. Godere di buona salute

La Costa Blanca, la zona della Spagna dove io vivo, nella città di Torrevieja, oltre al mare ed al migliore microclima d’Europa offre centri culturali,cinema, teatri, centri commerciali, molti luoghi da visitare di notevole interesse storico, tutti facilmente raggiungibili dati gli ottimi servizi pubblici.

vivere a torrevieja

Non si affronta il trasferimento in Spagna come se fosse una normale vacanza: la Spagna bisogna viverla in tutte le sue sfaccettature con spirito di entusiasmo, ma alle moltissime persone che mi scrivono e mi contattano io consiglio sempre, come primo passo, una visita/vacanza, come un “assaggio” per poi decidere con cognizione di causa, e non per sentito dire.

Da single (sono rimasta sola da alcuni anni) vivo bene, mi muovo liberamente, viaggio, scopro cose nuove. La mia scelta, condizionata in passato da mio marito, mi ha fatto apprezzare e amare la Spagna: una nazione che ora sento come la mia casa. Inoltre la vicinanza all’Italia mi permette di tornare a trovare i miei figli in qualsiasi momento.

trasferirsi a torrevieja

In conclusione sto bene, sono serena e trasmetto serenità e felicità anche alla mia famiglia.

Mi sento cittadina del mondo ma in fondo forse ho un’anima spagnola.

Pierfranca Pozzer

frapo1946@libero.it