Vivere a Gran Canaria: la storia di Veronica

A volte, delle esperienze negative, come la fine di un matrimonio, possono condizionare tutta la nostra vita e magari portarci a prendere delle decisioni che mai ci saremmo sognati di prendere. Veronica, nonostante la sua giovane età, dopo una forte delusione, ha avuto il coraggio di rimettersi in gioco e di ricominciare a coltivare i propri sogni e le proprie ambizioni in una terra diversa. Ha deciso infatti di vivere a Gran Canaria.

Veronica, vivi in una bellissima isola come Gran Canaria, cosa puoi dirci di questa meravigliosa terra?

E’ un piccolo paradiso. Qui si spazia dalle dune desertiche del sud alle pinete in montagna, dove si può arrivare ai 2000 metri. Da Las Palmas, capitale di provincia e città iperattiva, ai paesini dell”interno, tranquilli ed arroccati sulle montagne. La chiamano “Continente in miniatura”, ed è esattamente così.

Hai lasciato i tuoi familiari, i tuoi amici e la città in cui vivevi, per ricominciare una nuova vita, in una nuova terra. Ti senti molto coraggiosa?

Realmente, no. Mi sento molto più codarda per aver lasciato indietro molte persone che amo. Ma, nello stesso tempo, mi sento fiera di me stessa per essere riuscita a ripartire completamente da zero. Vivevo a Besana Brianza, in provincia di Milano ed ora, esattamente dal giugno del 2009, vivo a Gran Canaria. Non c’è mai solo un motivo, che ti spinge a prendere una decisione così importante, ma se dovessi scegliere il principale e scatenante, direi la fine del mio matrimonio.

Come hanno reagito i tuoi genitori di fronte a questa radicale decisione?

La reazione dei miei genitori non è stata delle più positive. Solo adesso iniziano ad accettare la situazione e a considerarla qualcosa di normale. Per quanto riguarda mia sorella ed i miei amici, mi hanno sempre appoggiata e, nonostante la distanza, mi sono tutt’ora vicini.

Cosa ti ha spinto a scegliere Gran Canaria?

Una concomitanza di fattori: l’ultimo viaggio di lavoro fatto a Gran Canaria; l’incapacità di vivere in un posto che mi andava ormai stretto; la gente del posto, più genuina ed aperta ed ovviamente, anche se può sembrare superficiale, il clima.

Che attività svolgevi in Italia? Ora, quale attività svolgi a Gran Canaria?

In Italia ero un’accompagnatrice turistica. Ora lavoro come receptionist in un hotel. E, inoltre, sto avviando un’impresa turistica specificatamente per il mercato italiano.

In cosa consiste il tuo lavoro?

Consiste nell’assistere i clienti che risiedono nell’hotel, durante il check-in ed il check-out, così come durante il loro soggiorno. La mia ditta, invece, si occupa di prenotazioni alberghiere in Gran Canaria.