Fino ad ora che riscontro ha ottenuto?

Adesso va bene, abbiamo diverse prenotazioni per i prossimi mese, ma i primi tempi sono stati molto duri, perché io e Stella, la mia compagna, abbiamo puntato su una cucina fusion. Mi spiego meglio, noi facciamo piatti poco conosciuti e mescoliamo diverse culture, chiaramente con un tocco di gusto italiano. Abbiamo abituato la clientela a provare i nostri piatti prima di preparare un menù, infatti ogni venerdì sera facciamo Finger Food, cioè proponiamo tutti i nostri piatti in versione mignon con Musica dj e facciamo pagare solo il drink. Quando poi il cliente prenota il ristorante, gli proponiamo un book dove ci sono i piatti da noi preparati, li valutiamo insieme, dopodiché è il cliente stesso a scegliere. La stessa cosa avviene anche per il vino e per il dolce.

Com’è strutturato il locale?

Il locale è molto colorato, in stile anni 60/70. Abbiamo anche una terrazza con quattro gazebo, due dei quali chiusi da tende. All’interno di queste tende c’è un sofà, un tavolino per l’aperitivo e un tavolo rigorosamente per due, chiaramente il tutto è migliorato dalla presenza di molte piante e allietato da una luce soffusa e da tanta bella musica. Il servizio e l’arredamento sono stati curati tutti da Stella.

Dal momento in cui tutto ciò era solo un’idea al momento in cui hai servito i tuoi primi clienti, quanto tempo è passato?

Sono passati quasi tre anni. Qui in Canaria purtroppo vige il detto: “Non fare oggi quello che puoi fare domani”, quindi tra la realizzazione del locale e tutte le altre peripezie, ne è passato di tempo!

Che emozione hai provato nel momento in cui hai realizzato che il tuo sogno si stava avverando?

Più che emozione, ho provato orgoglio per essere riuscito in pochi anni a realizzarmi professionalmente! Sono arrivato qui con solo 1.600 euro e tanta voglia di ricominciare ed ora quando mi capita di raccontarlo, nessuno mi crede.

Chi si occupa della gestione?

Io mi occupo dei rapporti con la clientela e di quel che riguarda la parte creativa della cucina, Stella invece cura l’immagine del locale, si occupa dei cocktail e dei piatti tipici del suo Paese.

Quindi, da quel che ho capito, oltre a dedicarti all’acconciatura femminile, ti occupi anche di cucina. Qual è il tuo piatto forte?

Beh, ce ne sono diversi: ravioli di carne o funghi in salsa di Papaya, tagliatelle con crema di gamberi e mascarpone, filetto di maiale in salsa di tamarindo o filetto di cernia ai pinoli, piatti filippini come eggplant, beef o pollo con curry filippino Style, pollo fritto all’Hawaiiana, ecc…

Come riesci a gestire i tuoi numerosi impegni tra il salone di parrucchiere e il ristorante?

Sinceramente se non ci fosse stata Stella, non so proprio come avrei fatto. Lei non è solo la mia compagna, è la mia musa ispiratrice, è il bastone a cui appoggiarmi. Molto spesso la paragono a Wonder Woman, non si riposa mai. Il lavoro è parecchio, ma la soddisfazione è tanta. Pensa che alle 10 apriamo il salone, per chiuderlo alle 13. Poi andiamo al PICK_UP, per mettere in ordine il locale. Alle 16 torniamo al salone e ci restiamo fino alle 19. Alle 20 apriamo il PICK_UP per poi chiuderlo all’1:30. E così via per tutta la settimana.

Se dovessi scegliere tra le due attività, quale delle due sceglieresti?

A questo punto della mia vita sceglierei lo chef, perchè mi permette di realizzare un altro dei miei sogni giovanili.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Il mio desiderio è quello di andare nella terra di mia moglie per aprire un’attività. Mi piacerebbe aprire un bel chiringuito in riva ad una delle 7.107 isole dell’Oceano Pacifico.

Rimetterti in gioco nelle Filippine, dopo aver avviato ben due attività a Tenerife, non è in un certo senso rischioso%3f Non ti spaventa neanche un po?

Un po’ sì. Sicuramente se non avessi la mia compagna filippina non ci avrei mai pensato, ma sai, io sono un po’ matto e quando mi si prospetta una cosa impossibile o quasi, mi ci butto come ho fatto venendo a Tenerife.

Se avessi la possibilità di cambiare qualcosa della tua vita, cosa cambieresti e perché?

La data di nascita!!

Un saluto Max E Stella

maxvestri@hotmail.com

A cura di Nicole Cascione