Torna il lusso e il turismo straniero a Marbella

Il quotidiano andaluso Diario Sur di oggi, riporta in copertina un articolo ci ha positivamente colpito e abbiamo deciso di condividerne il contenuto.

Quando ormai la stagione turistica entra nel vivo, il rapporto che Exceltur ha presentato, pur in un quadro negativo per il turismo spagnolo, lascia invece intravedere per Marbella un futuro incoraggiante. Secondo Exceltur, se nel 2012 c’è stato un calo nazionale del 1,9% rispetto all’anno recedente, Marbella invece sembra andare in controtendenza, con addirittura un 9,5% di pernottamenti di stranieri nel primo trimestre 2013. Quello che è interessante sottolineare è che cresce la richiesta di beni di lusso: in particolare i turisti stranieri apprezzano l’orologeria di firma (che nel 2012 è cresciuta del 33%) e le auto di lusso, il cui mercato è in netta controtendenza a Marbella rispetto a quello delle auto “normali”, che invece segue l’andamento nazionale (ovvero in notevole calo, oltre il 15%).

La crisi politica che ha duramente colpito Marbella nel triennio 2006/2008(con lo scioglimento per corruzione dell”intera giunta comunale e l”arresto dell”allora Sindaco e Vicesindaco) sembra alle spalle: la giustizia sta facendo il suo corso e l”attuale amministrazione punta decisamente al ripristino della legalità e di un”immagine che sembrava perduta per sempre.

Torna il turismo del lusso dunque, aumentano le presenza straniere, cresce (anche se solo di qualche punto percentuale) il mercato immobiliare, aumentano i controlli e si proibisce l’abusivismo. Parallelamente si incentivano nuove iniziative a sostegno dei servizi di qualità legati al turismo. Ad esempio, il Comune di Marbella ha da poco riaperto il bando di concorso per l’assegnazione di 38 lotti direttamente in spiaggia per creare delle nuove zone di passaggio.

Chi avesse intenzione di avere un proprio spazio nel miglior tratto di spiagge della Costa del Sol per avviare una nuova attività di massaggio a pochi metri dalla battigia non deve perdere questa occasione: il canone è davvero minimo, sotto i 1000 euro, e la concessione dura 5 anni. Lo scopo del concorso è riservate a tutti i richiedenti pari condizioni di accesso al posto e cancellare il fenomeno dei massaggiatori e massaggiatrici ambulanti e abusivi regolamentando a tutti gli effetti questa attività anche dal punto di vista igienico e sanitario, con professionisti seri e qualificati.

Ma occorre affrettarsi: il bando (scaduto il 26 marzo) è stato riaperto e scade definitivamente il 17 di aprile. Questo è il link diretto per scaricare e compilare i documenti necessari per partecipare. Il procedimento può sembrare un po’ brigoso, ma noi di Vivimarbella.com possiamo assistere tutti coloro che desiderano cogliere al volo questa occasione.

Scrivete a [email protected] per maggiori informazioni su questa e su altre opportunità in Costa del Sol.