La Gomera, isola dell’arcipelago delle Canarie

Situata nella parte occidentale dell”arcipelago canario, La Gomera appartiene alla Provincia di Santa Cruz di Tenerife, (dove ha sede il Cabildo Insular, l”organo di governo isolano) ed è divisa in 6 municipi: Agulo, Alajeró, Hermigua, San Sebastián de la Gomera, Vallehermoso, Valle del Gran Rey.

Origini, storia e leggende

Isola di origine vulcanica – come il resto dell”arcipelago – La Gomera può dare per terminati gli episodi di eruzioni vulcaniche (l’ultimo risale a circa 2 milioni di anni fa, ndr), anche se le testimonianze dell”antica attività sono visibili in gran parte della costa: la più spettacolare di queste è sicuramente Los Órganos nella parte nord dell”isola. Si tratta di una serie di colonne basaltiche formatesi per il lento raffreddamento della lava fuoriuscita da un antico cratere, e che hanno dato forma a quello che sembra essere un organo in pietra sospeso sul mare.

Con ben 12 milioni di anni d’età, l’isola ha una superficie di poco meno di 400km2 , e raggiunge il suo punto più alto con i 1487mts del Pico Garajonay, all’interno dell’omonimo Parco Nazionale. Il Parque Nacional de Garajonay – costituito nel 1981 e nominato Patrimonio dell’Umanità dal 1996 – è protetto dalla Red Canaria de Espacios Naturales, e nasconde un vero e proprio tesoro risalente all’Era Cenozoica: un bosco di Laurisilva. Si tratta di una foresta di lauri sempreverdi che possono raggiungere anche i 40mt d’altezza (tra cui la Myrica Faya, Erica Arborea, Alloro e diverse specie di Felci…) e sono habitat naturale di una ricca varietà di specie faunistiche. Dal Parco (visitabile ed attraversabile grazie ai numerosi sentieri che lo percorrono) è inoltre possibile assistere al fenomeno chiamato “Mar de Nubes”, o pioggia orizzontale, causata dall’alta concentrazione di vapore acqueo che si concentra sulle foglie degli alberi.