Quinta de Agua, hotel di lusso nel cuore della Galizia

A soli 2km da Santiago de Compostela, in un idillico paesaggio, sulle rive del fiume, sorge uno spettacolare complesso: un’antica fabbrica del XVIII secolo convertita in hotel di lusso con SPA, per un totale di 10.000m2 di pace e tranquillità.Il più grande fabbricato della Galizia preindustriale è diventato il luogo in cui rifugiarsi con stile, per godere di coccole, paesaggio e, ovviamente, un’offerta gastronomica all’altezza.

Edificato in pietra e legno, con il tipico tetto a tegole in terracotta, l’edificio fu dapprima fabbrica di carta, poi tessile, di birra ed infine di ghiaccio. Quando la famiglia Lorenzo Garcìa lo acquistò agli inizi del 2003, era praticamente in rovina: il classico maniero abbandonato ed avvolto dalla vegetazione, che tanti romanzi del romanticismo hanno fantasticamente tramandato. Dopo sei anni di lunga (e costosa) ristrutturazione, l’hotel A Quinta de Agua venne inaugurato nel 2009, e dal 2011 fa parte della prestigiosa catena Relais & Châteaux.

L’architettura originale, fatta di grossi muri e grandi feritoie, è circondata da strutture che, grazie al movimento dell’acqua producevano energia per il funzionamento della fabbrica (come ad esempio un canale di circa mezzo kilometro, che regala incredibili cascate d’acqua nel bel mezzo del verde più rigoglioso). L”hotel ospita 44 camere, ed un’incredibile suite di 100m2, diversi saloni, il ristorante ed un bar…oltre alla SPA.

Maria Luisa Garcìa, co-proprietaria ed architetto ha partecipato direttamente alla ristrutturazione ed alla decorazione degli interni ed oggi, con la figlia, dirige l’hotel. La struttura, anche internamente, ricorda la possenza di un tempo: nei muri, nelle pareti in pietra a vista, ma anche nell’arredamento, scelto con cura in legni nobili. Uniche sono le camere, dove l’antica maestosità contrasta con le pareti rivestite con carta francese o dipinte con colori caldi, dove mobili antichi trovano posto accanto ad altri più classici. Nei bagni, invece il marmo sardo si accompagna al legno ed a preziosi tappeti provenienti dalla Real Fábrica Española, mentre il salone principale con la biblioteca, sorprende con il grande camino barocco.

La SPA offre ogni tipo di trattamento si possa desiderare per rilassarsi: dalla spettacolare sala piscine, con tetto a vetrate in cui entra la luce del sole, a trattamenti specifici per le future mamme, massaggi e saune. La cucina offerta dal ristorante Filigrana (aperto anche al pubblico) è all’altezza di un Relais & Château, elaborata a partire dalla tradizionale cucina galiziana.

L’hotel A Quinta de Agua sorprende per l’efficienza di installazioni avanzate, e del conseguente risparmio energetico e rispetto dell’ambiente, come ad esempio una macchina di microgenerazione, che produce elettricità ed acqua calda, o il riscaldamento radiante a pavimento, alimentato da una serie di pozzi geotermici.

Tradizione, storia, rispetto dell’ambiente e nuove tecnologie si sposano alla perfezione in questo luogo bucolico, legato al paesaggio dal fiume Sar, che ispirò il poemario di Rosaria de Castro En las orillas del Sar.