Marco Picco di Rocket Call ci racconta la sua esperienza a Fuerteventura

 

È possibile far crescere il proprio business, intercettare e fidelizzare nuovi clienti? Certo che sì.

Lo sa bene Rocket Call, azienda di Fuerteventura che risponde a queste e altre necessità, attraverso l’acquisizione di nuovi clienti ad un livello superiore.

Leader nei processi innovativi e nelle tecnologie di vendita e di marketing, grazie al suo team di esperti e di professionisti con elevate capacità ed esperienza nell’acquisizione di nuovi clienti e nella customer experience, Rocket Call utilizza le best practive delle vendite e di marketing, nonché le più concrete ed efficaci metodologie e approfondite analisi, generando nuovi clienti e convertendoli in vendite di valore, consentendo a chiunque di raggiungere il massimo potenziale nel proprio mercato di riferimento.

A spiegarci meglio il suo funzionamento e le opportunità offerte dalla Canarie è Marco Picco, Amministratore Unico di “Rocket Europe Call FVT”.

Dottor Picco, può parlarci del suo Progetto Imprenditoriale e di cosa si occupa l’azienda che ha stabilito qui a Fuerteventura?

«La nostra azienda – “Rocket Europe Call FVT”- con sede in Calle Navarro Artiles 6, Corralejo, isola di Fuerteventura, è specializzata nella fornitura di molteplici servizi alle imprese che necessitano di esternalizzare alcune attività interne ad elevato utilizzo di personale. In particolare, forniamo servizi di ricezione ordini telefonici, vendita tramite telefono, gestione richieste e informazioni dai siti aziendali tramite molteplici supporti, ricerche di mercato, di data entry ed affini».

Nelle vostre valutazioni quanto hanno inciso gli aspetti strategici come costo della vita, fruizione dei servizi e loro costi, fiscalità, infrastrutture?E quanto gli aspetti personali, condizioni lavorative e di vita, clima, ambiente sociale?

«Sinceramente entrambi gli aspetti hanno giocato un ruolo fondamentale. Inizialmente le ragioni per le quali avevamo deciso di trasferire la nostra sede erano soprattutto di tipo economico e infrastrutturale. Successivamente, quando abbiamo rilevato la possibilità da parte di molteplici località estere di soddisfare anche gli altri aspetti strettamente legati al business così come quelli relativi alla qualità di vita, abbiamo concentrano la nostra ricerca verso queste aree geografiche tra cui le Canarie e successivamente identificando Fuerteventura (Corralejo) come location ideale».

Da chi è stato supportato nelle scelte strategiche e nelle successive fasi per la realizzazione del progetto?

«Grazie ad una comunque conoscenza, siamo venuti in contatto con la società “Infocanarie” (InfoCanarie Promotion and Consulting) , specializzata appunto nell’accompagnamento di imprenditori e investitori nella realizzazione dei loro progetti all’interno del territorio delle Canarie, ed è proprio grazie al loro orientamento che ci siamo convinti che quell’area faceva al caso nostro.

Avvalendoci appunto di Infocanarie per l’iniziale consulenza strategica e il successivo accompagnamento alla realizzazione del progetto, dopo soli 3 mesi dalla decisione, eravamo già nei nostri nuovi uffici di Fuerteventura, perfettamente operativi. Non solo, il mese precedente all’insediamento, tramite la pratica gestita da Infocanarie abbiamo perfezionato e concluso l’iter di acquisizione Autorizzazione della nostra realtà come Azienda aderente alla ZEC (Zona Especial Canaria) e quindi abbiamo avuto accesso allo speciale regime impositivo al 4%! Il lavoro di pianificazione e condivisione obiettivi e tempistiche è stato sicuramente efficace e fruttuoso».

isola di fuerteventura

Come mai la scelta è poi ricaduta sull’isola di Fuerteventura?

«Per poter accedere ed aderire alla ZEC è necessario avere tutta una serie di requisiti ed effettuare degli investimenti che variano da isola a isola; Fuerteventura era una di quelle isole che soddisfano pure i nostri. Le altre ragioni che hanno orientato la nostra scelta sono state il basso costo nella quotidianità, il minore costo del lavoro, la qualità e lo stile di vita a vera misura d’uomo, una sufficiente ampia comunità di italiani a noi necessaria per reperire risorse umane adatte a fornire i servizi ai nostri clienti che hanno sede in Italia e, non ultimo, l’incredibile bellezza delle spiagge e del paesaggio».

Una sua valutazione complessiva in merito a questa sua scelta professionale e di vita?

«Vorrei darvi solo alcuni elementi e lasciar giudicare a voi: tassazione al 4%, costo reale della vita inferiore di oltre il 30% rispetto ad una città italiana, costo aziendale della forza lavoro inferiori del 43% rispetto all’Italia e cuneo fiscale inferiore del 28%. Se poi ci si aggiunge che siamo all’interno della Comunità Europea (le Canarie sono in territorio spagnolo), che le temperature oscillano tutto l’anno tra i 19 e i 28 gradi, che in un anno ci sono oltre 300 giorni di sole che brilla per una media di 9 ore al giorno, e che il nostro ufficio è a 100 metri dalla spiaggia, vi lascio trarre le debite conclusioni! In piena sincerità, anche se la perfezione non esiste perché si può fare sempre di meglio, onestamente non riesco ad immaginare quale sarebbe stata una soluzione migliore. Inizialmente stavamo seriamente considerando altre zone geografiche.

Nel nostro caso però, devo ammettere che “siamo stati bravi” nelle varie valutazioni propedeutiche ma anche nell’individuare la struttura professionale adeguata (InfoCanarie) che ci ha assistito con la massima onestà e professionalità in una operazione di delocalizzazione che come tale non è mai semplice. Successivamente, durante le fasi di accompagnamento e di start-up, ci hanno guidato e supportato anche nelle scelte che potevano in un primo momento apparire meno rilevanti ma che poi ben presto ci hanno consentito di dar vita alla nuova attività senza il minimo intoppo».

Ci parla dello sviluppo del progetto e delle vostre iniziative future?

«Volentieri! Inizialmente volevamo rimanere focalizzati su quello che è sempre stato il nostro “core business” ma fin da subito ci siamo resi conto dell’inaspettata facilità con cui in questa zona si riesce a fare impresa grazie ad una burocrazia di gran lunga inferiore a quella italiana e alla semplicità e disponibilità con cui qui le persone qui si rapportano.

Dopo soli tre mesi dal lancio, avendo avuto la possibilità di venire in possesso di altri locali attigui a quelli del nostro ufficio, abbiamo deciso di allargare gli spazi lavorativi destinando un’ampia zona, attualmente in fase di allestimento, alla funzione di business center che contempla anche spazi per il co-working, da destinare soprattutto a risorse esperte nel nostro settore, in particolare quello del marketing digitale e della produzione di siti e di e-commerce.

Vorrei approfittare dell’occasione, per invitare coloro che, avendo tali competenze, e desiderano venire a deliziarsi delle bellezze e della qualità di vita del posto, a mettersi in contatto con me al numero +34 611 214 901 o via mail a [email protected]».