E’ stato molto difficile, per quanto concerne l’aspetto burocratico, avviare la tua attività?

Non è stato molto complicato, perché il comune mette a disposizione molti servizi di consulenza gratuiti e la burocrazia, in generale, è molto più snella rispetto a quella italiana.

Qualche volta desideri tornare in Italia?

Si, per vedere i miei cari, gli amici. Per rivedere la mia mamma e per tornare ad assaporare la cucina italiana, che mi manca tanto.

Quali sono gli aspetti di Madrid che cambieresti?

La metterei in riva al mare.

C’è un motivo in particolare che ti ha spinto a scegliere Madrid?

Si, ho scelto Madrid perché in quel periodo c’era un amico che si stava per trasferire qui per un’ottima offerta di lavoro e ho deciso di seguirlo.

In base alla tua esperienza, cosa consiglieresti ai giovani italiani disoccupati?

Attualmente consiglio di scendere in piazza. Se me l’avessi chiesto qualche anno fa, avrei consigliato loro di andarsene.

A Madrid arrivano molti italiani?

Moltissimi, io a causa del blog, ricevo molte mail di persone appena trasferite e potrei davvero scrivere un libro su di loro.

Ci sono possibilità di lavoro?

Anche qui nella capitale c’è crisi, quindi dipende molto dal proprio profilo, se ci si adatta all’inizio, il lavoro lo si trova. in generale la Spagna è messa molto peggio dell’Italia a livello di disoccupazione, ma a Madrid ci sono molte possibilità.

Quali sono le maggiori differenze tra la tua città natale e Madrid?

Beh non è paragonabile, Madrid è una capitale europea, Monza una cittadina della Brianza. La vita notturna, l’offerta culturale, la varietà e la qualità dei servizi. Se potessi creare una realtà perfetta, prenderei della mia città, la mia famiglia, i ristoranti e molti prodotti alimentari e chiaramente i miei amici, mentre di Madrid, lo stile di vita e la qualità della stessa, i servizi.

Quale è stata la tua prima impressione, una volta giunto a Madrid?

Ho pagato 2 euro per prendere la metro dall’aeroporto in centro città, non so se avete presente i collegamenti con Malpensa. L’impressione è stata quella di uno che arriva in una metropoli con ottimi servizi. L’aspetto più bello che difficilmente si può notare quando si viene a Madrid da turista, è la vita giornaliera, quello che a Milano si chiama tram tram quotidiano, qui è più a misura d’uomo. Madrid offre ai giovani, una vita notturna per tutti i gusti, dalla tecno al rock, dal quartiere gay a quello fighetto, a Madrid si può trovare veramente tutto quello che si vuole.

Intervista a cura di Nicole Cascione

Indirizzo e-mail di Luca: luca.zollino@gmail.com