Ízaro (Bermeo, Bizkaia)

Racconta la leggenda che i paesi di Bermeo e Mundaka, che per anni si contesero la proprietà dell’isola di Ízaro, decisero di porre fine alle loro discordie con una regata: il vincitore sarebbe stato il futuro unico prorpietario dell’isola. La regata si disputó all’alba, ma gli abitanti di Bermeo ingannarono i rivali, accendendo una serie di torce, e partendo molto prima dell’ora stabilita. L’isola, dichiarata biotopo protetto (un’area di limitate dimensioni dove vivono organismi vegetali ed animali di una stessa specie o di specie diverse, che nel loro insieme formano una biocenesi. Biotopo e biocenosi formano l’ecosistema. Fonte Wikipedia) e Riserva della Biosfera non è visitabile, ma si la si puó circumnavigare, con una barca o una lancia. Dal mare si osservano la durezza delle scogliere affilatissime e le rovine di un monastero, unico tentativo di insediamento umano.

vacanze in Spagna

Le Isole Medas (Torroella de Montgrí, Girona)

I sette isolotti che formano le Isole Medas sono rimaste protette per trent’anni, durante i quali si è creato e mantenuto un vero patrimonio sottomarino. Dalla stazione nautica di Estartit si possono fare diversi tipi ed attività di sport acquatici: dal paddle surf alla vela, dal kayak alle immersioni mentre il vecchio llaüt di pescatori, il Núria, vi porterà a visitare le splendide scogliere di Montgrí.

visitare la Spagna

Sancti-Petri (Chiclana de la Frontera, Cádiz)

Qui, a solo un chilometro dalla costa galiziana, si trovano quelli che furono il Tempio fenicio di Melkart e, posteriormente, il santuario romano di Ercole. La si raggiunge in barca o kayak, per iniziare la visita dalla muraglia del XVI secolo.

spagna vacanze

Dragonera (Andratx, Maiorca)

Da molto tempo ormai Maiorca non è piú l’ “isola della calma”, così come la decantava il pittore Santiago Rusiñol. Oggi questo privilegio passa all’isola di Dragonera, sesta per estensione dell’arcipelago delle Baleari, che nel 1977 fu scenario di una manifestazione contraria alla sua urbanizzazione. Oggi il Parco Nazionale di San Telmo, di 2.7km sembra un prolungamento della Sierra de Tramontana, un litorale dove trova rifugio la più importante colonia di “Falchi della Regina”. Non potrete non visitare il faro di Tramontana, che ospita una esposizione sui fari dell’isola, come Llebeig – da non perdere in settembre o ottobre, quando i falchi escono a cacciare per i piccoli.

Santa Clara (San Sebastián, Gipuzkoa)

In questa splendida, verdeggiante isola che presiede la baia di San Sebastian troverete due sentieri, che conducono al faro del 1864, la cui superficie quadrata si moltiplica nella lente ottagonale coperta da una cupola in rame fatta realizzata a mano. Un must faristico (come dicono qui, ndr)