3. Casa Batlló e la terrazza mozzafiato

È una delle meraviglie moderniste di Gaudì, celebre architetto spagnolo. Situata nel quartiere Eixample di Barcellona, Casa Batllò colpisce per uno stile costruttivo estremamente evocativo che rimanda alle forme della natura. Come il tetto, che ricorda l’aspetto di un drago senza testa né coda. E ancora gli sfavillanti colori dei mosaici e delle vetrate che cambiano a seconda della luce e dell’ora. Se dunque tra giugno e settembre vi trovate a Barcellona non potete perdere una visita a questa incredibile costruzione e in particolare alla sua terrazza che, all’interno del programma Noches Magicas, ospita musica dal vivo e drink da assaporare oltre che una meravigliosa vista sulla città.

4. Terrazza dell’Olivia Plaza

Dalla terrazza modernista di Gaudì passiamo a quella di uno degli hotel più moderni di Barcellona, l’Olivia Plaza. A quattro stelle, l’hotel offre numerosi comfort e servizi. Camere lussuose, una palestra e molto altro ancora. Ma quello che forse non tutti sanno è che nasconde una stupenda terrazza con vista su tutta la città.

Proprio nel mezzo di Plaza Catalunya si trova infatti un piccolo rifugio dove prendere respiro dalla folla e godersi una piacevole serata. Parte del Nineteen, il ristorante dell’hotel, la terrazza è uno spazio intimo e accogliente, lontano dal rumore e dalla frenesia del cuore turistico di Barcellona. Rappresenta il luogo ideale per bere un cocktail o un buon vino con musica, o gustarsi una cena immersi nel silenzio e nella tranquillità.

5. Esposizioni fotografiche tutte da scoprire

Se amate la fotografia allora la Fundación Foto Colectània è lo spazio che fa per voi. Ancora poco conosciuta, inaugurata nel 2002, la Fondazione è un ente privato senza scopo di lucro. Si dedica principalmente a promuovere la fotografia e il collezionismo di artisti spagnoli e portoghesi in campo fotografico del XX secolo.

Tante le esposizioni, le attività organizzate, i seminari e gli incontri con gli artisti. La collezione oggi ha raggiunto 3000 opere e le mostre temporanee sono un’ottima occasione per scoprire giovani o vecchi talenti. Tra i nomi che rientrano nella collezione, appaiono quelli di Gabriel Cualladó, Xavier Miserachs, Alberto Garci’a-Alix, Humberto Rivas, Chema Madoz, Joan Colom, Joan Fontcuberta o Javier Vallhonrat.